Le Dioincidenze

Perchè cercate tra i morti Colui che è Vivo? Non è qui, è Risuscitato
Lode e Gloria a te o Cristo!!!

CREDIAMO VERAMENTE NELLA PREGHIERA?

Pereda-tobiasIl libro di Tobia, che fa parte dell’Antico Testamento ed è così poco conosciuto da noi cattolici, è un esempio lampante dell’importanza della preghiera, soprattutto di quelle fatte col cuore! Ma quante volte crediamo in quello in cui preghiamo? Proprio all’interno di questa piccola storia, troviamo il racconto di Sara, povera ragazza che aveva perso sette mariti ed abitava ad Ecbàtana, nella Media, si sentiva sola, abbandonata da Dio e per questo chiede di morire, addirittura aveva pensato al suicidio! Ma aveva rimosso questo pensiero per non disonorare i genitori, anche se persiste nel chiedere l’intervento dell’Onnipotente, un aiuto, un sollievo… mediante una preghiera con la richiesta che la liberasse da tutte le disgrazie. In quel medesimo istante, un uomo altrettanto sfortunato, Tobi, esiliato a Ninive e divenuti cieco, si ricorda di aver lasciato dei soldi in deposito nella Media e vorrebbe che qualcuno accompagnasse il figlio per riprendere questi risparmi. Ma anch’egli rivolge una preghiera a Dio, chiedendogli che lo aiutasse o lo togliesse da questa vita. A questo punto troviamo la sorpresa: poiché la preghiera era stata fatta nel medesimo istante, Dio ascolta la loro preghiera, benché fra loro ci fosse una grande distanza geografica, poiché Dio non ha distanze né di spazio né di tempo, esaudisce la loro preghiera mandando in loro aiuto l’arcangelo Raffaele… che aiuta Sara, infatti sposerà Tobia con un lieto fine e guarirà Tobi dalla sua cecità. Ripeto: è un libro dell’Antico Testamento poco conosciuto, ma merita di essere letto proprio per la speranza che può dare ad ognuno di noi in qualunque momento difficile.
BUONA LETTURA!
SUSANNA GAROSI.

gesuForse è giusto porsi una domanda: “ E’ vero che se crediamo veramente vedremo la gloria di Dio?”. Penso proprio di sì. Ma com’è difficile crederci quando le cose vanno male… soprattutto attualmente, quando sembra che niente vada bene… quando le persone pensano a tutto, ma non riescono più a vedere il proprio prossimo. Oppure quando uno crede di aver trovato un amico o un’amica che lo aiuti e appena volta le spalle questa stessa persona, è pronta a “pugnalarlo” sia con le parole che dice che con la gente che incontra, dicendone tutto il male possibile. Soprattutto il cosiddetto “bullismo” mediatico è quello che uccide non solo con le parole, ma anche attraverso filmati e foto che ne mettono in risalto ingigantendone le caratteristiche negative di chiunque, piuttosto che pensare a ciò che di buono ha quella persona?….Quante volte succede? Adolescenti che tentano di farla finita, adulti che vengono vilipesi ed insultati senza motivo e senza alcuna pietà…. Così viene da chiedersi: scvlgddio“Ma tu, Gesù, dove sei?”. I SALMI sono pieni di riferimenti di questo tipo, e riportano il lamento del giusto che chiede a Dio non solo giustizia, ma desidera anche di essere salavato da questi uomini malvagi. Ma a questo punto è lecito porsi una domanda: “Quando Gesù fu posto da Ponzio Pilato davanti alla folla, c’è forse stato qualcuno fra quelli che aveva guarito, che ha dichiarato di aver ricevuto del bene da Nostro Signore Gesù Cristo?”. No, non ce n’è stato neanche uno… hanno avuto tutti paura di fare la sua stessa fine e quindi non è mai stato difeso! Vogliamo difenderLo noi non solo “soffrendo”  ma anche “offrendo” tutte le cattiverie quotidiane che dobbiamo sopportare? Potrei elencarvi un’infinità di esempi grazie ai quali la sofferenza di molte persone dovuta alle invidie, alle malversazioni, alle maldicenze giornaliere, magari esternate anche all’interno di comunità religiose, laiche o consacrate, soprattutto dovute al serio studio sulla parola di Dio ed accompagnate dall’umiltà di queste stesse persone, che per dovere di amore verso Gesù, compivano i lavori più umili, nonostante la loro grande cultura, è stata trasformata in qualcosa di positivo.  Ma il nostro comune nemico è sempre all’opera… ed è capace di far credere tutte le cattiverie che vengono dette su quelle persone. Se apparteniamo a questa categoria di “volontari”, chiediamo e Gesù e alla Madonna di lasciarci tutto alle spalle e di andare avanti, talvolta a dispetto della nostra stessa salute. Ma non importa, perchè grande sarà la ricompensa nel Regno dei Cieli. AMEN!
SUSANNA GAROSI

(cfr. SE CREDI VEDRAI LA GLORIA DI DIO, Padre MICHELE VASSALLO, Ed. San Michele, 2009. Per informazioni ed ordinazioni chiamare alla Casa Editrice San Michele, Tel. 0828/601317).

Papa 2013

 

 

 

 

 

Correva l’Anno Domini 2013, quando Padre Michele Vassallo fu ricevuto da Papa Francesco.

 

Noi non possiamo tacere davanti a ciò che abbiamo visto e sentito. E’ giusto, doveroso e necessario alzare la servidicristovivovoce e proclamare al mondo intero le meraviglie compiute dal SIGNORE in questi ultimi anni. Questa pagina vuole essere la Lode e il ringraziamento di tutti quelli che, in un modo o nell’altro, hanno ricevuto la Grazia di DIO durante il ministero di evangelizzazione che è stato accompagnato da segni, miracoli e guarigioni.
Padre Emiliano Tardif.

 

UN RINGRAZIAMENTO….

image005Ringrazio tutti coloro che, come me, hanno voluto bene a Padre Emiliano Tardif e condiviso il il suo grido: “GESU’ E’ VIVO”. Chiedo perdono se questo libro, in qualche modo presenta delle imperfezioni. Mi è stato dettato dal cuore…. senza avere il tempo di revisionarlo, come avrei voluto! Non avrei potuto lasciar trascorrere molto tempo dalla salita la cilelo del mio amico del cuore per cantare a Lui, che tutto sa e tutto vede, per quanto ha voluto donarmi attraverso di Lui. E’ proprio tramite la presenza di Padre Emiliano nella mia vita, che il mio sacerdozio è migliorato, in quanto mi ha trasmesso (almeno in parte) quell’umiltà della quale prima, forse non sarei mai stato capace. Mi ha insegnato a prendere il mio prossimo così com’è, e non come io vorrei che fosse…. Auguro a tutti di riuscire in un modo o nell’altro  ad amare Dio, che è sempre qui con noi, anche quando le amarezze della vita ce lo fanno sentire lontano, sapendo che Lui ci ama così come siamo, e non come vorrebbe che fossimo.

(cfr. Padre Michele Vassallo, Padre Emiliano Tardif, l’amico di Dio; Edizioni San Michele 1999). Per informazioni e ordinazioni telefonare alla Casa Editrice San Michele al seguente numero: 0828/601317.

 

Privacy Policy

 

Don Leonardo Biancalani

660px-florencecoa-svg_Il prete che ha prestato servizio all’Elba racconta le nozze di Tania Cagnotto

Portoferraio – Si è parlato molto del matrimonio della tuffatrice Tania Cagnotto celebrato all’Elba sabato 24 settembre. Il settimanale Toscana Oggi ha lasciato la parola al prete che lo ha celebrato. Il prete è don Leonardo Biancalani, parroco di Rio nell’Elba fino all’anno scorso. Don Leonardo ha sempre seguito il mondo sportivo, stringendo amicizie significative e adoperandosi per la diffusione dello sport. (art, pubblicato in “Toscana Oggi, 9 ottobre 2016).

Ringraziamenti

trinitàQuesta pagina ha l’intento di far conoscere la vera forza della Preghiera di Guarigione che, i nostri gruppi hanno ottenuto grazie all’aiuto della Trinità e dell’intercessione della Santissima Vergine Maria.

Privacy Policy